ISPICA

È una città siciliana che si trova in provincia di Ragusa, è costituita da due parti distinte: il quartiere settecentesco, vale a dire la città attuale, e il quartiere medievale, distrutto dal terremoto del 1693 e divenuto oggi parco archeologico.

L’antico nome della città era Ispra, che nel medioevo divenne Spaccaforno fino al 1935, quando venne ribattezzata Ispica. Ispica ha visto succedersi i Siculi, i Greci, i Romani, i Bizantini, gli Arabi ed i Normanni; oggi l’impianto della città è quello settecentesco, la città ha infatti una struttura urbana a scacchiera e molte sono le testimonianze barocche, neoclassiche e liberty apprezzabili soprattutto negli splendidi edifici cittadini.

I monumenti più celebri sono la Basilica di Santa Maria Maggiore, la Basilica della Santissima Annunziata e la chiesa madre di San Bartolomeno.

Tra le architetture civili ricordiamo invece il Palazzo Bruno di Belmonte, tipico esempio di perfetto stile liberty.

Per quanto riguarda invece i resti archeologici dobbiamo menzionare la Cava Ispica, dove troviamo varie abitazioni rupestri, il Parco Archeologico della Forza, le Catacombe di San Marco e la Necropoli Contrada Crocefia, scoperta solamente nel 2013.

Tra le commemorazioni più sentite vi sono quelle religiose della Settimana Santa: il Giovedì Santo, per esempio, ha luogo alle due di notte la via crucis in occasione della “Festa dei Cavari”, mentre il Venerdì Santo i nunziatari portano in processione la statua del Santissimo Cristo con la croce.

Queste informazioni sono fornite dall'agenza di traduzioni Mondo Agit, che offre servizi di interpretariato in tutta Italia.