MILITELLO IN VAL DI CATANIA

In siciliano viene chiamato Militeddu, e si trova in Sicilia, nella provincia di Catania. La città, nel 2002, è stata nominata dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità.

Varie sono le ipotesi riguardo la fondazione della città, una tra le più fantasiose sarebbe quella del poeta Pietro Carrera il quale sosterrebbe che Militello sarebbe stata fondata al tempo dei Romani, quando alcuni soldati, nel tentativo di scampare a un’epidemia di malaria, cercarono un rifugio e lo trovarono nella zona dell’attuale città, il cui nome deriverebbe dunque da Militum Tellus (terra di soldati).

Un’altra teoria sosterrebbe invece che il nome del paese deriverebbe dal colore della pietra locale, quasi color del miele, da cui Mellis Tellus (terra del miele).

Nonostante le due ipotesi, quella più verosimile, suffragata anche da varie testimonianze, sarebbe invece quella secondo cui la città fu creata nell’ambito della politica di controllo che i Normanni intrapresero in Sicilia alla fine del secolo XI; il nome deriverebbe quindi dal toponimo latino-medievale Militellus (ossia "terra dei soldati") e farebbe riferimento alla distribuzione di terre a favore dei soldati.

Tra le moltissime chiese presenti nella città ricordiamo la Chiesa Madre di San Nicolò e del Santissimo Salvatore, quella di Santa Maria della Stella e quella di Santa Maria la Vetere, quella di Chiesa di Sant'Antonio di Padova e quella del Santissimo Crocifisso al Calvario. Il prodotto gastronomico più conosciuto è sicuramente il ficodindia.

Queste informazioni sono fornite dall'agenza di traduzioni Mondo Agit, che offre servizi di interpretariato in tutta Italia.